Politica Due Diligence – Patros S.R.L.

PATROS S.R.L.  è un’azienda di medie dimensioni impegnata nella lavorazione di metalli preziosi per alcuni noti marchi di gioielli.  L’azienda si trova in Via Treviso, 36 a Cavazzale (VI) e impiega al suo personale dipendente impegnato in attività di lavorazioni orafe, dalla lavorazione della materia prima fino alla realizzazione del prodotto finito per conto di terzi.

PATROS S.R.L. è membro certificato del Responsible Jewellery Council (RJC), dal giugno 2013 e ora intende raggiungere la certificazione RJC-Code of Practise (COP) e Catena di Custodia CdC.

 

In quanto tali, ci impegnano a fornire prova, tramite verifica esterna indipendente, del fatto che:

– rispettiamo i diritti umani in conformità alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e ai Diritti Fondamentali sul Lavoro dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro; 

– non esercitiamo né tolleriamo la corruzione attiva o passiva, il riciclaggio di denaro o il finanziamento del terrorismo; 

– sosteniamo la trasparenza dei pagamenti statali e le forze di sicurezza compatibili con la tutela dei diritti nell’industria estrattiva;

– non forniamo supporto diretto o indiretto a gruppi armati illegali;

– istituiamo processi attraverso cui le parti in cause possono esprimere problematiche relative alla filiera della gioielleria.

 

PATROS S.R.L. si impegna inoltre a esercitare la proprio influenza per prevenire abusi da parte di altri.
L’RJC è un’organizzazione che stabilisce standard per promuovere un comportamento etico, i diritti umani, i diritti sociali, ad astenersi da azioni che contribuiscono a finanziare conflitti, e a rispettare le pertinenti risoluzioni sanzionatorie delle Nazioni Unite e le leggi che applicano dette risoluzioni e pratiche ambientali in tutta la cantina di fornitura di gioielli e maccanismo credibili per la verifica delle pratiche commerciali responsabili attraverso audit di terza parte. In qualità di Membri Certificati, ci impegniamo a gestire la nostra attività in conformità con il codice di procedura RJC-CdC. Ci impegniamo, inoltre, ad integrare considerazioni etiche, in materia di diritti umani, sociali e ambientali nelle nostre operazioni quotidiane, le attività di pianificazione aziendale e i processi decisionali.

 

Riguardo a gravi abusi associati all’estrazione, al trasporto o al commercio di oro, non intendiamo tollerare né trarre profitto da, contribuire a, assistere o favorire:

– torture, trattamento crudele, disumano e degradante;

– lavoro forzato o obbligatorio;

– le peggiori forme di lavoro minorile;

– violazione e abusi dei diritti umani;

– crimini di guerra, violazioni del diritto internazionale umanitrario, crimini contro l’umanità o genocidio.

Cesseremo immediatamente ogni impegno con fornitori a monte della filiera, qualora riscontrassimo un ragionevole rischio che siano impegnati con o si approvvigionino da o siano collegati a una controparte che commette gli abusi sopra descritti.

 

Riguardo al sostegno diretto o indiretto a gruppi armati non governativi, non intendiamo tollerare il sostegno diretto o indiretto a gruppi non governativi, compreso tra l’altro il procacciamento di oro da, l’effetuazione di pagamenti a o l’assistenza o la fornitura di apparecchiature a gruppi armati non governativi o a loro affiliati che, in modo illegale:

– controllano siti minereri, rotte di trasporto, punti di commercializzazione dell’oro e attori a monte nella filiera;

– tassano o estorcono denaro o oro nei siti minerari, lungo le rotte di trasporto o nei punti di commercializzazione dell’oro, o da intermediari, società di esportazione o commercianti internazionali.

Cesseremo immediatamente ogni impegno con fornitori a monte della filiera, qualora riscontrassimo un ragionevole rischio che di approvvigionino da, o siano collegati a una controparte che fornisce sostegno diretto o indiretto a gruppi armati non governativi.

 

Riguardo a forze di sicurezza pubbliche o private confermiamo che il ruolo delle forze di sicurezza pubbliche o private è di garantire la sicurezza dei lavoratori, degli impianti, delle apparecchiature e della proprietà, ai sensi di legge, compresa la legge che tutela i diritti umani. Non intendiamo fornire sostegno diretto o indiretto a forze di sicurezza pubbliche o private che commenttono gli abusi o che agiscono in modo contrario alla legge.

Riguardo a corruzione attiva o dichiarazione falsa sull’origine dell’oro non intendiamo offrire, promette o richiedere tangenti e intendiamo opporci alla sollecitazione di tangenti, alla richiesta di occultare i di dissimulare l’origine dell’oro, o di dichiarare il falso in materia di tasse, imposte e royalty pagate ai governi a scopo di estrazione, commercio, movimentazione, trasporto ed esportazione di oro.

Riguardo al riciclaggio di denaro intendiamo sostenere gli sforzi e contribuire alla efficace eliminazione del riciclaggio di denaro laddove identificazzimo il ragionevole rischio di riciclaggio di denaro derivante da o collegato all’estrazione, al commercio, alla movimentazione, al trasporto, o all’esportazione di oro.

 

PATROS S.R.L., nell’esprimere i concetti dichiarati nella presente Politica, si ispira ai principi e agli standard dell’entità operante nella catena del valore dell’oro, rispettando le linee guida OCSE, nonchè le raccomandazioni contenute nel supplemento alle linee guida OCSE destinato al settore dell’oro.

 

Cavazzale, 12/19/2020

Alta Direzione – Diego Bottene